You are here: Home Novita' L.R. 9/2007 a sostegno della Ricerca e dell'Innovazione
Navigation
Log in


Forgot your password?
 
Document Actions

L.R. 9/2007 a sostegno della Ricerca e dell'Innovazione

by Segreteria Refricold last modified 2009-02-06

La Giunta regionale del Veneto ha approvato il testo del bando 2009, finanziato con i fondi della nuova legge regionale per la promozione della ricerca e dell'innovazione.

I termini di apertura del bando decorreranno dal 6 febbraio 2009, data di pubblicazione nel BUR.

L'Area Ricerca Industriale di Confindustria Padova offre alle aziende consulenza specifica per:

Esame dell’idea progettuale
Supporto nella ricerca di partner e di centri di ricerca
Supporto nella impostazione del progetto di massima a fronte del recupero dei contenuti tecnici da parte dell’azienda
Supporto nella redazione ed eventuale negoziazione di un “Consortium Agreement” tra i partner del progetto
Predisposizione e presentazione della documentazione prevista da bando agli Enti valutatori
Monitoraggio dell’iter istruttorio presso gli Enti competenti
Assistenza all’iter procedurale della pratica
Assistenza alla rendicontazione

Area Ricerca Industriale
Confindustria Padova - SAPI Servizi all'Impresa S.p.A.
Via E. P. Masini, 2
35131 Padova
Tel. 049/8227 547
Fax 049/8591 592
Email progetti@confindustria.pd.it


APPROFONDIMENTI

La Giunta regionale del Veneto ha approvato, con delibera del 30 dicembre 2008, il primo bando a valere sulla legge regionale per l'innovazione (L.R. n. 9 del 18 maggio 2007). Il provvedimento è stato pubblicato nel BUR il 6 febbraio 2009.

 

Stanziamenti
Lo stanziamento disponibile è di 13.167.772 euro, ai quali - secondo quanto indicato nella delibera - potranno aggiungersi ulteriori 5 milioni in sede di approvazione delle graduatorie.
La delibera assegna inoltre 2, 5 milioni a progetti "a regia regionale", che potranno essere presentati esclusivamente da soggetti pubblici ed a controllo pubblico, e 500.000 euro all'agenzia regionale Veneto Innovazione spa, per l'organizzazione di una "unità regionale di trasferimento tecnologico (URTT)".

Azioni finanziabili e beneficiari
Il bando finanzia le seguenti tipologie di azioni, da avviare dopo la presentazione della domanda di agevolazione, e da realizzare entro 26 mesi dalla pubblicazione del provvedimento di ammissione al contributo.

Tipologia azione Beneficiari
I. progetti di ricerca industriale "in house" Grandi, piccole e medie imprese singole o associate
(RTI-Raggruppamenti temporanei di imprese)
II. progetti di ricerca industriale in affidamento esterno Grandi, piccole e medie imprese singole o associate
III. progetti di sviluppo sperimentale "in house" Grandi, piccole e medie imprese singole o associate
IV. progetti di sviluppo sperimentale in affidamento esterno Grandi, piccole e medie imprese singole o associate
V. formazione specifica di ricercatori e tecnici Grandi, piccole e medie imprese singole o associate
VI. trasferimento tecnologico Piccole e medie imprese
VII. studi di fattibilità tecnica preliminari ad attività di ricerca industriale o di sviluppo sperimentale Piccole e medie imprese singole o associate
VIII. studi di fattibilità per la definizione di piani di innovazione strategica Piccole e medie imprese
IX. attività connesse alla concessione e al riconoscimento di brevetti e di altri diritti di proprietà industriale Piccole e medie imprese
X. sostegno allo start-up di impresa o allo spin-off accademico in settori ad alto contenuto di conoscenza Piccole e medie imprese

Oltre alle imprese, possono concorrere all'assegnazione dei fondi le Università e gli Organismi di ricerca pubblici con sede operativa nel Veneto. A tal fine questi soggetti sono definiti di piccola, media o grande dimensione sulla base dei medesimi criteri comunitari applicabili alle imprese.

Le imprese beneficiarie devono avere almeno un'unità operativa ubicata nel Veneto, ed appartenere ai seguenti settori della classificazione delle attività economiche ATECO 2007:
C Attività manifatturiere
D Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
E Fornitura di acqua; Reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
F Costruzioni
H Trasporto e magazzinaggio, con esclusione dei Trasporti di merci su strada e servizi di trasloso (cod. 49.4)
J Servizi di informazione e comunicazione
M Attività professionali, scientifiche e tecniche, con l'esclusione della categoria 69 (Attività legali e contabilità)

Ciascun soggetto richiedente potrà presentare/partecipare ad una sola domanda di contributo.

Una stessa domanda potrà essere riferita anche a più azioni, fra quelle suelencate, con esclusione delle azioni di cui ai numeri VI, VII, VIII e X, che non possono essere abbinate fra loro né ad altre azioni. L'azione V può essere finanziata soltanto in abbinamento alle azioni I, II, III e IV.

Costi ammissibili e agevolazione

Azioni
Costi ammissibili
Importi minimo/massimo (euro)
Contributo
(% dei costi ammissibili)
Contributo
nel caso di progetti in collaborazione fra imprese/fra imprese e organismi di ricerca
I. - personale
- acquisto di strumentazione e attrezzature
- servizi di consulenza, collaborazioni tecnico-scientifiche, ricerca contrattuale
- brevetti
- altri costi direttamente imputabili al progetto
300.000/1.000.000 (RTI 1.500.000)
Grandi imprese 25%
Medie imprese 35%
Piccole imprese 45%
Grandi imprese 40%
Medie imprese 50%
Piccole imprese 60%
II. - ricerca contrattuale
- brevetti utilizzati ai fini dell'attività di ricerca
300.000/1.000.000 (RTI 1.500.000)
Grandi imprese 25%
Medie imprese 35%
Piccole imprese 45%
Grandi imprese 40%
Medie imprese 50%
Piccole imprese 60%
III. - personale
- acquisto di strumentazione e attrezzature
- servizi di consulenza, collaborazioni tecnico-scientifiche, ricerca contrattuale
- brevetti utilizzati ai fini dell'attività di ricerca
- altri costi direttamente imputabili al progetto
300.000/1.000.000 (RTI 1.500.000)
Grandi imprese 25%
Medie imprese 35%
Piccole imprese 45%
Grandi imprese 40%
Medie imprese 50%
Piccole imprese 60%
IV. - ricerca contrattuale
- brevetti utilizzati ai fini dell'attività di ricerca
300.000/1.000.000 (RTI 1.500.000)
Grandi imprese 25%
Medie imprese 35%
Piccole imprese 45%
Grandi imprese 40%
Medie imprese 50%
Piccole imprese 60%
V. - attività di docenza svolta da consulenti esterni
- trasferta (docenti e personale in formazione)
- materiali didattici e forniture
- oneri personale dipendente in formazione
Entro il limite massimo pari al 5% del costo totale del progetto
Grandi imprese 25%
Medie imprese 35%
Piccole imprese 45%
VI. - acquisizione di conoscenze da fonti esterne (brevetti, know-how,...)
5.000/50.000
max 7.500 euro
VII. - servizi di consulenza esterna, collaborazioni tecnico-scientifiche di natura non continuativa o periodica
5.000/50.000
Piccole e medie imprese 50%
VIII. - servizi di consulenza esterna, collaborazioni tecnico-scientifiche di natura non continuativa o periodica
5.000/50.000
Piccole e medie imprese 50%
IX. - predisposizione e presentazione delle domande di brevetto nella prima giurisdizione
- traduzione e altri costi esterni per il rilascio del brevetto in altre giurisdizioni
5.000/50.000
Piccole e medie imprese 50%
X. - consulenze esterne finalizzate alla redazione di business plan
10.000/100.000
Medie imprese 35%
Piccole imprese 45%
L'importo massimo del contributo erogabile a favore di ciascuna domanda di agevolazione è pari ad euro 400.000 (600.000 nel caso di domanda presentata da un Reggruppamento temporaneo d'imprese.

N.B. Le grandi imprese, per poter beneficiare dell'agevolazione, saranno tenute a dimostrare l'effetto di incentivazione della stessa, secondo le modalità che verranno indicate nel dossier per la presentazione delle domande.

Presentazione delle domande

Per le azioni VI, VII, VIII, e X la presentazione avviene in un'unica fase, entro i 60 giorni successivi alla pubblicazione del bando.

Per tutte le altre azioni la presentazione prevede due fasi:

- presentazione delle proposte di massima, entro 30 giorni dalla pubblicazione del bando;

- presentazione della proposta definitiva, entro 50 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie relative alla prima fase.

Per la presentazione dovranno essere utilizzati i formulari che verranno resi disponibili via internet al momento della pubblicazione del bando.

Le domande dovranno essere presentate in forma cartacea + CD-ROM/DVD ad uno dei soggetti costituenti il Raggruppamento Temporaneo d'Imprese INNOVATI, aggiudicatario della gestione del bando, fra i quali è presente:

- Confindustria Veneto Siav Spa, Via Torino 151/C, 30172 Venezia Mestre

Prevalutazione, valutazione di merito e graduatorie

In sede di predisposizione della domanda - nel caso della presentazione in un'unica fase - ciascun richiedente dovrà compilare un'apposita sezione di prevalutazione del progetto, indicando i punteggi spettanti in relazione ai seguenti parametri:

a) domanda in cui figurano in qualità di fornitori organismi di ricerca pubblici o privati accreditati presso il Ministero della Ricerca o previsti nella legge regionale n. 36/1995 (riguardo alla legge 36 si attendono precisazioni da parte della Regione): punti 1

b) minore contributo richiesto rispetto a quanto spettante; per ogni punto percentuale di riduzione: punti 0,1 (max 1,5 punti)

c) per ogni dipendente o consulente donna impegnata nel progetto: punti 0,1 (max 1 punto)

d) impegno ad assumere per il progetto ricercatori e/o personale altamente qualificato: punti 1,5

e) impegno a finanziare dottorati di ricerca o assegnisti di ricerca con Università veneteper attività di ricerca collegate al progetto: punti 1

Nel caso di presentazione in due fasi, la prevalutazione dovrà essere effettuata sulla base di parametri, e relativi punteggi, lievemente diversi:

a) domanda proposta da un raggruppamento temporaneo di imprese comprendente 3 o più piccole imprese: punti 0,75

b) domanda in cui figurano in qualità di fornitori organismi di ricerca pubblici o privati accreditati presso il Ministero della Ricerca o previsti nella legge regionale n. 36/1995: punti 0,5

c) domanda proposta da un RTI che comprende almeno una grande impresa: punti 0,75

d) minore contributo richiesto rispetto a quanto spettante; per ogni punto percentuale di riduzione: punti 0,1 (max 1 punto)

e) progetto articolato su più azioni: punti 0,5

f) per ogni dipendente o consulente donna impegnata nel progetto: punti 0,1 (max 1 punto)

g) impegno ad assumere per il progetto ricercatori e/o personale altamente qualificato: punti 1

h) impegno a finanziare dottorati di ricerca o assegnisti di ricerca con Università veneteper attività di ricerca collegate al progetto: punti 0,5

Il punteggio di prevalutazione darà luogo ad una graduatoria preliminare, valida per l'ìammissione alla seconda fase di valutazione, entro il limite delle risorse stanziate per il bando, maggiorate dell'80%.

Per pervenire alle due graduatorie finali - relative rispettivamente ai progetti per i quali è prevista un'unica fase di valutazione ed a quelli sottoposti a due fasidi valutazione - al punteggio assegnato in sede di prevalutazione verrà sommato il punteggio assegnato sulla base della valutazione di merito dei progetti, affidata ad esperti iscritti all'albo dei valutatori del Ministero della ricerca o membri delle commissioni regionali di valutazione e controllo.

Per la valutazione di merito si terrà conto dei seguenti criteri:

a) qualità e idoneità delle strutture di ricerca

b) potenzialità dei risultati in termini di prospettive di attivazione di nuova imprenditorialità

c) grado di innovatività

d) grado di prevenzione e sostenibilità ambientale e analisi del ciclo di vita del prodotto con paticolare riferimento alla quantità di energia utilizzata nel processo prduttivo

e) misurabilità degli indicatori di risultato e di impatto economico previsti

f) chiarezza espositiva e completezza del progetto

Per ciascuno dei 6 criteri suelencati, verrà assegnato un punteggio così articolato: 0 punti (scarso o non pertinente); 1 punto (sufficiente); 2 punti (buono).

Le graduatorie verranno definite dal soggetto gestore entro 90 giorni dal termine di presentazione dei progetti definitivi.

Alla graduatoria relativa alle azioni VI, VII, VIII e X è riservato uno stanziamento di 1.975.165 euro.

Erogazione del contributo

I beneficiari potranno scegliere fra:

- erogazione in due tranches, la prima a fronte della rendicontazione del 40% dei costi, la seconda a saldo;

- erogazione in unica soluzione, successivamente alla presentazione della rendicontazione finale.

 

 


© Copyright 2008 Distretto Veneto del Condizionamento e della Refrigerazione Industriale ®. Tutti i diritti riservati.
Sede: Refricold s.c.a.r.l. via E.P. Masini, 2 35131 Padova (PD) Italy - Tel: +39 049.8227548 - Fax +39 049.8227211 - Email: refricold@confindustria.pd.it
P.Iva 03923130284 - Con il contributo della Regione Veneto L.R. 8/2003 e della Camera di Commercio di Padova
Sito ottimizzato per Microsoft Internet Explorer 6® e Mozilla Firefox 2